lunedì 29 ottobre 2007

Oronzo e la B-zona

Sulla scia delle reunion in ambito musicale, il cinema non voleva essere da meno e così, negli ultimi anni, abbiamo visto un proliferare di sequel, prequel e perfino l'inizio di un nuovo filone, i newquel!
Sarà la crisi di idee, sarà un pò di pigrizia, sarà soprattutto un bel pò di paraculaggine, fattostà che sempre più spesso si vanno a cercare film di successo degli anni passati, cercando di sfruttarne il ricordo.
Per un pre/sequel che riesce, ce ne sono, però, un centinaio che sono delle cagate mostruose.
In Italia in particolare, è moda abbastanza recente, si sta riscoprendo un filone della cinematografia italiana, decisamente bistrattato dal cinema di serie A, un filone che ha avuto il suo massimo "splendore" negli anni '70-'80.
Un filone che ha partorito dei veri e propri miti nell'immaginario collettivo, è il caso del Commissario Giraldi e del suo alter ego "er monnezza", entrambi interpretati da Tomas Milian e la cui fortuna è in gran parte merito del doppiaore Ferruccio Amendola (il più grande?), o il terrunciello di Abatantuono.
Film campioni d'incasso al cinema e che, a distanza di decine di anni, continuano a fare ascolti record nei passaggi televisivi.
Il caso forse più clamoroso, in questo senso, è costituito da Febbre da cavallo, un vero e proprio cult movie che a distanza di oltre 30 anni dalla data di uscita, comntinua ad essere uno dei film più amati dal pubblico italiano (io, per esempio, ricordo tutte le battute a memoria!).
Questo alone mi(s)tico che circonda questi personaggi, ha stuzzicato il portafogli di alcuni produttori che hanno pensato di poter ripetere il successo degli originali, imbastendo delle versioni moderne.
E' toccato a Proietti&Montesano nel secondo episodio di Febbre da cavallo, la Mandrakata, (rinominato la mandraCAkata!); poi c'ha provato anche Amendola jr. e mai titolo fu più azzeccato!; lo scorso anno nella trappola è caduto anche il premio Oscar Diego Abatantuono, che ha riportato sul grande schermo l'ultrà terrone nel secondo capitolo di Eccezziunale Veramente.
Era rimasto fuori da questa "logica" il re incontrastato del cinema trash e della commedia sexy (tanto cara a Tarantino) italiana, l'interprete di decine (e decine) di film, l'unico e inimitabile Lino Banfi.
Era stato lui ad interpretare un altro dei personaggi mitici del cinema italiano, l'allenatore della Longobarda, il grande Oronzo Canà nel film L'allenatore nel pallone.

Anche l'allenatore inventore della Bi-zona avrà il suo sequel.
L'appuntamento è per il prosismo 11 gennaio.
...e speriamo bene!

- 3

venerdì 26 ottobre 2007

85/200

Beh, l'ennesimo, stupidissimo test, preso da qui.


1. Ho offerto da bere a tutti in un bar Sono calabrese, dalle mie parti offrire al bar è una specie di duello!
2. Ho nuotato con i delfini
3. Ho scalato una montagna Le montagne della Sila valgono?
4. Ho guidato una Ferrari
5. Sono stato all'interno della Grande Piramide (Soon, I hope!)
6. Ho tenuto in mano una tarantola
7. Ho fatto il bagno nudo nel mare Stupendo!
8. Ho detto "ti amo" credendoci Se non ci credo, non lo dico
9. Ho abbracciato un albero Anche se sembra strano...
10. Ho fatto uno strip tease Alla mia festa di laurea mi hanno denudato, vale?
11. Ho fatto bungee jumping (mi fotto di paura!)
12. Sono stato a Parigi (Coming Soon!)
13. Ho visto una tempesta marina (dipende dai punti di vista, Andrea direbbe di si!)
14. Ho passato la notte sveglio fino a vedere l'alba Decine (e decine) di volte
15. Ho visto l'aurora boreale
16. Ho cambiato pannolini Con guanti di gomma e molletta a turare il naso!
17. Sono salito a piedi sulla cima della Torre di Pisa
18. Ho coltivato e mangiato verdure del mio orto ...che soddisfazione!
19. Ho toccato un iceberg
20. Ho dormito sotto le stelle Chi cazz'e friddu!
21. Sono stato su una mongolfiera
22. Ho visto una pioggia di meteoriti Beh, la notte di S. Lorenzo, no?
23. Mi sono ubriacato con lo champagne W mòesceantonio!
24. Ho fumato erba (Liberi di non crederci!)
25. Ho guardato le stelle con un telescopio J'adore!
26. Mi è venuta la ridarella in un momento inopportuno Ai funerali, (quasi) sempre!
27. Mi sono ubriacato di sangria Ero troppo ubriaco per ricordare cosa avessi bevuto!
28. Ho scommesso e vinto ai cavalli
29. Mi sono finto malato pur non essendolo Actor's studio!
30. Ho invitato uno/a sconosciuto/a a casa mia ...hmmm, credo proprio di si.
31. Ho fatto battaglie con palle di neve ....hiiii!
32. Mi sono fotocopiato il culo in ufficio
33. Ho gridato con tutta la mia forza solo per il gusto di farlo Tutti i giorni, sullo scooter
34. Ho tenuto in braccio un agnellino Sono un campagnolo mancato, io!
38. Mi sono messo a parlare con un mendicante Diverse volte
39. Ho visto un'eclisse totale 11/08/99, ero in Grecia
40. Ho preso il sole in topless Questa, però, non vale!
41. Sono stato sulle montagne russe
42. Ho compiuto una home run
43. Ho ballato come un matto fregandomene degli altri Sempre!
44. Ho parlato con accento straniero per un giorno intero
45. Ho visitato il luogo d'origine dei miei antenati Questa è una cazzata!
46. Almeno una volta mi sono sentito felice della mia vita Me lo impongo quasi tutti i giorni
47. Ho visitato tutte le regioni italiane (Mi mancano Val d'Aosta, Sardegna e Trentino. Ci riuscirò!)
48. Amo il mio lavoro in ogni suo aspetto
49. Ho confortato qualcuno che è stato smerdato di brutto Ma si!
50. Ho vinto a qualche lotteria Poco, ma ho vinto
51. Ho ballato con estranei in paesi stranieri Absolutely YES!
52. Ho visto le balene
54. Ho rubato o danneggiato cartelli stradali ...ehm...si
55. Sono stato espulso da un Paese (Anche se in Spagna ci sono andato vicino!)
56. Ho fatto un viaggio on the road (Quando parto, pretendo alcune comodità)
57. Ho fatto alpinismo (Però ho fatto "silismo"!)
58. Ho mentito alla dogana (Quasi)
59. Ho fatto una passeggiata notturna sulla spiaggia Innumerevoli volte
60. Ho fatto parapendio
61. Sona stato in Irlanda (E' nella lista!)
62. Ho avuto il cuore spezzato più a lungo di quanto sia stato innamorato (Diciamo che S. ha ribaltato la proporzione)
63. Al ristorante mi sono seduto a mangiare con estranei Non esistono estranei, ma solo amici che ancora non conosciamo
64. Sono stato in Giappone (Qusto non mi interessa poi tanto)
65. Scrivo il mio peso ("..sò tenace, ma mica sò cojone...")
66. Ho munto una mucca Da piccolo, si
67. Sistemo i CD in ordine alfabetico Ebbene si!
68. Ho sognato di essere un supereroe da fumetto Una notte si, e una no
69. Ho cantato in un karaoke bar Pur odiandolo, l'ho fatto, un paio di volte
70. Sono stato a letto un giorno intero Ho fatto di peggio!
71. Ho fatto immersioni subacquee Certo!
72. Ho sognato di essere invisibile Le notti che non sogno di essere un supereroe!
74. Ho baciato sotto la pioggia
75. Ho giocato nel fango
76. Ho giocato sotto la pioggia Anche mentre nevicava, a calcio a 1.700 mt!
77. Sono stato in un drive-in
78. Ho fatto qualcosa di cui pentirmi senza però pentirmi d'averlo fatto Ho perso il conto delle volte!
79. Ho visto la Muraglia Cinese (Vedere 64)
80. Ho scoperto che qualcuno ha scoperto il mio blog Prima ancora che "partisse" legger(a)mente era stato scoperto da Ivan, Dario e Gigio
81. Ho rotto una finestra o un vetro (Sinceramente, non lo ricordo)
82. Ho iniziato un business
83. Mi sono sempre innamorato e ricambiato (...seeee!)
84. Ho visitato siti antichi Tipo il blog di Mastella?
85. Ho fatto un corso di arti marziali
86. Ho suonato la stessa canzone per più di 6 ore
87. Sono stato sposato
88. Sono stato in un film
89. Ho rovinato una festa (Boh, e come faccio a saperlo?)
90. Ho pianto vedendo un film Si!
91. Ho amato qualcuno che non meritava (E', più che altro, una speranza!)
92. Sono stato baciato appassionatamente da provare le vertigini
93. Ho divorziato
97. Ho cucinato biscotti
98. Ho vinto un concorso di bellezza (Però sono arrivato 2°, su Microclima!)
99. Sono stato in gondola a Venezia
100. Ho avuto un figlio (Non che io sappia!)
101. Ho almeno un tattoo (Prima o poi....)
102. Ho almeno un piercing
103. Sono sceso in canoa sul fiume

104. Sono stato in uno studio tv come pubblico "Il laureato", con la premiata ditta Chiambretti-Rossi-Jannacci
105. Ho ricevuto fiori
107. Mi sono ubriacato da non ricordare più niente Non me lo ricordo!
108. Ho avuto dipendenze da droghe (I Kinder valgono?)
109. Ho suonato in pubblico Purtroppo per loro, si
110. Sono andato a giocare al Casinò Anche se non mi piace poi tanto
111. Ho mangiato pescecane (Non lo escludo, però)
112. Ho inciso musica Su musicassette, si
113. Sono stato in Thailandia (Vedere 64 e 79)
114. Ho comprato una casa (Mi prendi per il culo?)
115. Sono stato in zona di guerra (A guerra finita, si)
116. Sono stato in crociera
118. Parlo più di una lingua E' una parolona, ma si
120. Sono stato coinvolto in una rissa (Forse, boh!)
121. Ho emesso assegni a vuoto
122. Ho assistito a un concerto LoL!
123. Ho cresciuto bambini (Ho insegnato come camminare a mio cugino e le parolacce alla sorella, vale?)
124. Di recente ho comprato e ho giocato con qualcosa d'infantile
125. Ho seguito l'intero tour di un gruppo (Beh, con Mario Venuti e Daniele Silvestri, ci sono andato vicino!)
126. Sono stato un groupie (...più o meno)
127. Ho partecipato a uno Spring Break (Ho fatto 10 anni di università...più Spring Break di questo!)
128. Ho girato in bici in un paese straniero (In scooter?)
129. Ho scoperto qualcosa d'importante sui miei antenati (Che nessuno di loro era ricco!)
130. Ho scritto al Presidente della Repubblica (Ma a quello della Camera, del Senato e del Consiglio si!)
131. Ho traslocato e iniziato vita in un'altra città Una volta, è/e per sempre
132. Sono stato sul Golden Gate Bridge (Questo nella lista, invece, c'è!)
133. Avrei voluto essere in un telefilm
134. Ho cantato in macchina per almeno 20 km Vorrai dire 200?!
135. Ho abortito (Che ne dici?)
136. Ho subito un intervento di chirurgia plastica (Dici che dovrei?)
137. Sono sopravvissuto a un incidente mortale (A incidenti potenzialmente mortali, però, si!)
138. Ho scritto articoli per giornali Yesss!
139. Ho fatto diete Ho perso il conto
140. Ho pilotato aerei
141. Ho accarezzato animali di cui ho paura Direi proprio di si
143. Ho fatto innamorare ma senza poter ricambiare Credo di si
144. Ho fatto nascere un animale (Però ne ho visti nascere)
145. Sono stato licenziato
146. Ho vinto soldi a un tv show (T-shirt, cappellini, orologi e mugs si, però)
147. Mi sono rotto qualche osso
148. Ho ucciso animali Di piccolissima taglia, si (mors sua, vita mea!)
149. Ho ucciso esseri umani (Perlomeno, non che io sappia)
150. Ho partecipato a un safari in Africa (E non ci penso proprio!)
151. Ho guidato una moto Non di grossa cilindrata
152. Ho guidato un trattore (Campagnolo, ma non fino a questo punto, però mi piacerebbe)
153. Ho dei piercings all'infuori delle orecchie
154. Ho sparato con armi da fuoco (Ho fatto persino obiezione!)
155. Ho mangiato funghi che ho trovato nel bosco Troppo facile!
156. Ho fatto sesso in ascensore (Immaginare di farlo?)
157. Ho subito operazioni chirurgiche Appendicectomia
158. Ho fatto sesso su un treno (Vedi 156)
159. Ho fatto l'autostop .....hiii!
160. Ho avuto un serpente come animale domestico
161. Ho dormito per tutta la durata di un volo aereo
162. Ho visto più paesi stranieri che non l'Italia
163. Sono stato in tutti i continenti (Farollo!)
164. Ho viaggiato in canoa per più di due giorni
165. Ho fatto sci nautico
166. Ho mangiato carne di canguro (Non che io sappia)
167. Ho mangiato sushi Recentemente per la prima volta, e non mi è dispiaciuto
169. Ho preso a pugni qualcuno Alle elementari, si
170. Ho avuto relazioni della durata di oltre un anno Giusto due
171. Ho fatto cambiare idea a qualcuno su qualcosa Si
172. Ho cambiato idea su qualcosa o su qualcuno Come no!
173. Ho fatto licenziare qualcuno (Anche se dovrei!)
174. Ho avuto paura di morire Chi non l'ha avuta, almeno una volta?
175. Mi sono lanciato col paracadute
176. Ho mangiato scarafaggi o insetti
177. Ho mangiato pomodori verdi fritti (Non ne sono sicuro)
178. Ho letto Omero Per scelta, non mia
179. Ho rubato al ristorante Io la chiamo compensazione!
180. Ho rubato al supermarket ...hiiii!
181. Ho chiesto scusa molto tempo dopo Quando l'ho ritenuto opportuno
182. Sono stato eletto capoclasse almeno una volta (Forse alle elementari)
183. Ho riparato da solo il mio computer Ah quante notti del formattone!
184. Sono stato DJ Alla festa dell'ultim'anno del liceo e per tutta l'estate che ho fatto il capoanimatore
185. Sono stato violentato (L'avrò mica rimosso?)
186. Ho barato al gioco ...ehm..ehm...si
187. Sono stata arrestato (Però mi hanno trattenuto in caserma)
188. Ho bigiato la scuola ....hiii!
190. Ho comprato scarpe e vestiti ad un mercato Lo faccio tutt'ora!
191. Ho vomitato in luogo pubblico Una volta persino addosso ad un tizio, al "DDT"
192. Ho venduto qualcosa ad un estraneo
193. Ho comunicato con qualcuno non conoscendo la sua lingua C'ho provato, come no!
194. Ho rubato la saponetta dall'albergo Vedere 179
195. Ho bucato le ruote ad una macchina o strisciato la carrozzeria
196. Ho fatto pipì all'aperto Bellissimo!
197. Ho ruttato davanti ad altre persone "Ruttolo" è il mio secondo nome!
198. Ho copiato un compito in classe Tutti i sacrosanti compiti di latino&greco
199. Ho rotto qualcosa di qualcun altro Si, come no!
200. Sono svenuto Un paio di volte





-6

giovedì 25 ottobre 2007

Io sò testardo...

No, non sono così bravo col Photoshop, questo fiore è nato proprio dove lo vedete: sul nostro balcone!
Ma non in un banalissimo vaso, con dentro del convenzionalissimo terriccio.
Questo fiore ha deciso, caparbiamente, di spuntare tra una mattonella, e un'altra.
Fiero e altero, svetta dal 4° piano facendosi beffe di tutto ciò che lo circonda e puntando dritto verso la ringhiera, sembra voler dire "...perchè io sono io, e voi nun siete un cazzo!".
Perchè è così, la natura se ne catafotte di tutta l'attenzione che adopri nel curare le tue piante, puoi doparle con sangue di bue o seguire pedissequamente tutte le (inutili) istruzioni sul retro delle bustine di semi, se Lei ritiene che quel fiore, quella pianta di prezzemolo o quel peperoncino non devono nascere lì, in quel momento, puoi stare certo che sprecherai tempo e cuore: in quel vaso crescerà solo la gramigna!
Ma quando ha deciso, non c'è diserbante o maltempo che regga!
Come quella gramigna (dalle mie parti si chiamano "cannemasche") che, testardamente, decise che doveva nascere nel bel mezzo della camera da letto dei miei zii.
Almeno avesse avuto una lontana somiglianza con un'unghia del piede di Padre Pio, avremmo potuto tentare di tirarci su un biznez.
E' guardando questo fiore nato sul nostro balcone che ho pensato (dopo aver tentato, invano, di non canticchiare "...sui monti di pietra può nascere un fiore...") che dobbiamo aver fiducia in Madre Natura, perchè Lei ha un piano, un piano grande e a noi incomprensibile, un piano che, malgrado noi, Lei porterà a termine, per il bene di tutti.
E' stato guardando questo fiore e meditando sui grandi sistemi, che mi sono detto: ma allora che cazzo c'entra Mastella?

-7

giovedì 18 ottobre 2007

Universo blog

Una delle prime cose, forse la prima in assoluto, che ho inserito in questo blog, è stato il contatore delle visite.
Elemento utile solo a soddisfare l'ego del blogger o, in altri casi, ad affossarne l'autostima.
E' innegabile che (mi) faccia piacere constatare che sono tante le persone che visitano queste pagine, e i primi tempi (lo confesso) monitoravo il contatore in maniera (quasi) maniacale.
Col tempo, ho imparato a dargli meno importanza, ma questo non significa che lo ignori.
Ma dietro il contatore (un pò di pubblicità, il mio è http://www.histats.com/) c'è molto altro.
Tutta roba parimenti inutile e, proprio per questo, affascinante ed interessante.
Tutte informazioni che scopro piano piano.
L'ultima cosa che ho scoperto, per esempio, è che posso visualizzare su un planisfero, la provenienza delle persone che hanno visitato il mio blog.
E così, mentre mi sembra abbastanza ovvio che il 92% delle persone che passano di qui, siano italiane e che quell'1,17% di visite made in USA siano da attribuire a lui, un pò più di problemi mi crea spiegarmi cosa ci facessero qua una manciata di bielorussi, onduregni, indonesiani e financo un azero!
Sempre grazie al contatore, riesco anche a vedere il percorso che ha portato i visitatori al mio blog, quasi tutti provengono dai blog amici.
Ma la cosa che più mi affascina, in assoluto, è analizzare le chiavi di ricerca, inserite nei motori di ricerca, che danno come risultato uno dei miei post.
Scopro, per esempio, che basta un post dedicato all'Oktoberfest per attirare chiunque inserisca le parole "birra", "cameriere" o "fest", ma anche "Monaco" e "camper", ma non solo, perchè se provi a ricercare "cessi monaco", il sig. Google ti dice che il mio blog ne sa qualcosa!
Se poi è abbastanza scontato che qualcuno possa arrivare al mio blog inserendo il mio nome e cognome (nonostante il caso di omonimia), mi inqueita un pò che si possa essere teletrasportati qui cercando "cazzi" su google.-
Questo è un blog gay friendly, e quindi non mi sorprende che qualcuno sia arrivato qui cercando "posti all'aperto roma gay"; parlo spesso di mangiare e bere, quindi mi fa piacere che cercando una fantomatica "festa della lasagna" o cosa sia una "coppietta", ci si ritrovi tra queste pagine, non riesco però a capire l'associazione tra il mio blog e le "pizzerie dove si fuma a Terni"!
Ma il tema musicale, in quanto uno dei più trattati, è il più ricco di aneddoti.
E quindi, mentre per una doppia coincidenza qualcuno si è trovato qui dopo aver cercato "Gno e l'alfetta", ci sono quelli che vogliono sapere se "palalottomatica si vede meglio concerto" e la "posizione palco concerti palalottomatica", ma al mondo c'è anche chi si interroga sul "senso figurato transenna".
Naturalmente la chiave "Mario Venuti" trova qui diverse serrature, quindi c'è chi vorrebbe conoscere lo "staff tecnico di mario venuti in sulu tour" e chi, un pò confuso, vorrebbe informazioni su "Mario Madonia".
Ma quello che proprio non riesco a spiegarmi, è perchè quello che stava cercando un "bue maremmano", sia stato dirottato qui.
Sarà mica per le corna?



-14

mercoledì 17 ottobre 2007

Nero su bianco: bianconero!

Dopo un tira e molla durato diversi mesi, pare che la telenovela sia finita: Del Piero sarà della Juventus fino al 30 giugno 2010, alle soglie, cioè, dei 36 anni, il che significa, verosimilmente, juventino a vita.
Siamo cresciuti insieme, io e Alex.
Lui sudava e segnava, io mangiavo e bevevo, e poi esultavamo insieme, ognuno dalla sua parte dello schermo.
Quante immagini ho stampate nella memoria, il gol alla Fiorentina, il gol di Tokio, il gol (inutile) al Borussia.
Poi quel maledetto 8 novembre, un infortunio che sembrava cosa da niente (mica come quello della Compagnoni, che mi fece piangere davanti la tv!) e invece...9 mesi fuori.
Anche io, che sono senza dubbio uno dei più stoici difensori ad oltranza di Del Piero (pari, per intensità, soltanto alla avversione che ho nei confronti di Inzaghi), non ho mai nascosto che, dopo quel giorno, Alex non è stato più lo stesso.
Un ottimo giocatore, certo, a volte decisivo, sicuro, ma non più quel genio del calcio che era prima.
E' stata una sofferenza, negli anni, vederlo correre per tutto il campo dannandosi l'anima, ma non riuscire più a saltare gli avversari.
E' pur vero che non sono mancate le soddisfazioni, come il gol alla Germania, il tacco nel derby, la meraviglia contro il Bari e tante altre ancora.
Però, non erano più i "gol alla Del Piero".
Ma comunque, nonostante l'evidente realtà, per me Del Piero non si discute, neanche nei momenti più bui.
E anche ora, che si cominciano a vedere anche gli effetti dell'età, una partita con Del Piero in panchina (se non in tribuna), non ha senso.
Magari avrebbe fatto meglio a seguire l'esempio del nostro idolo in comune, ritirandosi all'apice della carriera, può darsi, ma oggi sono troppo felice per questo rinnovo, per pensarci.



Questo post è dedicato, di cuore, a Francesco, Gianni (anche se in misura minore), Paolo (senior e junior) e Pietro, per tutte le partite che abbiamo visto insieme e, soprattutto, per tutte le birre, le pizze e le paste&fagioli (cucinate da Paolo senior) che hanno segnato la nostra "carriera" universitaria.


PS x Karlo: capisci bene perchè ti ho tenuto fuori dalla dedica, vero?
-15

martedì 16 ottobre 2007

Coglioni patentati

Non credo che, magari per un particolare allineamento di pianeti, in questi giorni ci sia un qualche agente esterno che provochi, o favorisca, gli incidenti, mortali.
Credo, piuttosto, che sia (tristemente) il trend del momento, un pò come quando si verifica un incidente aereo, e nei giorni successivi tg e giornali non fanno che riportare notizie di aerei che cadono come le stelle il 10 agosto.
C'è poco da scherzare, lo so, e lo so perchè so molto bene cosa significhi perdere gli affetti più cari per un incidente autostradale, ma ciò non toglie che sia molto strano che, puntualmente, appena si verifica un incidente, come quello accaduto qualche giorno fa a Sondrio, questo provochi una reazione a catena e, lungo tutto lo stivale, si susseguano incidenti con caratteristiche simili.
Il comun denominatore degli incidenti di questi giorni (Marigliano, Latina, Rubiera, Francavilla e..speriamo basta!) è l'alcool, o magari la droga.
Incoscienti, anzi no, coglioni che hanno una tale alta considerazione di se stessi, da pensare che possono guidare in qualsiasi condizione.
Quanti ne conosco!
Eppure, l'alcool e la droga sono in circolazione da sempre, così come, (quasi) da sempre si va in auto o moto, a niente (almeno pare) è servito migliorare l'affidabilità dei veicoli, introdurre nuovi, e più drastici, limiti del tasso alcoolico e inasprire le pene.
Sulla strada si continua a guidare ubriachi e a farne le spese sono, quasi sempre, persone che non c'entrano nulla.
C'è un rimedio?
Non credo, perchè, trovare un rimedio, vorrebbe dire aver trovato il rimedio all'idiozia umana, è a quella non c'è rimedio!
Il ministro, rispondendo a chi invoca misure straordinarie, dice che "non è che tutti coloro che investono qualcuno devono essere arrestati!", e mi sembra che abbia pure ragione (del resto, lui è da sempre sensibile alle condizioni di chi è in carcere, senza distinzione tra colpevoli e innocenti), però, pensavo, ma se, invece di litigare sul numero dei votanti alle primarie del PD (chiederà la conta anche di questi voti, lo psiconano?), si mettessero d'accordo e disponessero che chi, dopo aver abusato di alcool e/o droghe, provoca un incidente, commette comunque un reato penale? Non potrebbero configurare la guida in stato di ebbrezza come dolo?
Non so se una misura del genere (piuttosto che la paura di perdere punti) potrà servire a dissuadere qualcuno di questi super idioti dal mettersi a guidare ubriachi, magari si, ma, almeno, verrà punito come chiunque attenti alla vita di un altro essere umano.
Per fortuna, c'è chi riesce a riderci su.
-16

sabato 13 ottobre 2007

Chillo è nu buono guaglione!

"Bossi che canta Maruzzella? E' un uomo di merda. Mi fa schifo".
Questa frase potrebbe valere (costare) all'incirca un miliardo di vecchie lire.
Visto che non basterebbero tutti i miei stipendi da qui alla fine dei miei giorni per pagare una tale cifra, ci tengo a precisare che queste parole non sono mie, ma sono state pronunciate da Pino Daniele oltre 6 anni fa durante una conferenza stampa.
Siccome il nostro sistema giudiziario (allora come oggi) non aveva niente di meglio e di più importante da fare, quel grande uomo dell'On. Umberto Bossi ha pensato (bene) di denunciare il cantautore napoletano per diffamazione.
Dopo oltre un lustro, pare che si sia riusciti a venire a capo dell'intricata bega e il gup di Sanremo ha rinviato a giudizio Pino Daniele.
Il reato contestato, grazie all'indulto, non avrà rilevanza penale ma c'è il rischio che lo zio Pino venga condannato a pagare il risarcimento che i legali del senatùr hanno chieto: 500.000 €.
A parte il fatto che, fortunatamente, non ho mai rilasciato interviste e quindi sono al riparo da simili azioni giudiziarie, mi sorge spontanea una domanda.
I parlamentari godono (fra i tanti) di un particolare "privilegio" che consiste nella insindacabilità delle opinioni espresse, in pratica non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni espresse e dei voti dati nell’esercizio delle loro funzioni, ciò vale a dire che non hanno nessuna responsabilità penale, civile, amministrativa o patrimoniale sulla minchiate che dicono, sono, letteralmente, degli "irresponsabili".
Grazie a questo bellissimo principio, il rispettabilissimo senatore di cui sopra si può permettere il lusso di usare il tricolore come carta da culo, incitare i "padani" a mettere mano ai fucili e via discorrendo, senza doverne rispondere davanti a nessun giudice.
In virtù di questo principio è come se ci fosse una netta divisione tra l'uomo e il politico: il politico parla per bocca dell'uomo, il politico pensa le michiate, l'uomo le dice, ma non è responsabile, perchè, in realtà, è il politico che parla.
E allora, perchè l'uomo non dovrebbe essere irresponsabile, oltre per ciò che dice, anche per ciò che gli viene detto? In fondo, l'uomo di merda è il Bossi politico, mica il Bossi uomo!
E comunque, nel caso in cui lo zio Pino dovesse essere condannato al risarcimento, tutti quei cittadini, dotati ancora del dono della responsabilità, dovrebbero passarsi una mano sulla coscienza e contribuire in solido in proporzione alle volte che hanno pensato quello che lo zio Pino ha detto!

venerdì 12 ottobre 2007

Heil idioten!

Hanno fatto scalpore le foto (che mi rifiuto persino di copiare nel mio blog!), pubblicate da L'Espresso, che ritraggono alcuni naziskin alto-atesini in gita turistica a Dachau.
I dementi in questione, sfoggiano gadgets e t-shirt inneggianti a Hitler e al nazismo posando davanti alle lapidi che ricordano dove possa arrivare la cattiveria e l'idiozia dell'uomo.
E così, un luogo che dovrebbe essere un monito per tutte le generazioni, diventa meta del turismo fanatico (e non è la prima volta) di questi, sedicenti, neonazisti; le lapidi, che dovrebbero far riflettere su quanto sia stupida la violenza, diventano sfondo per foto ricordo; quei simboli, che la nostra Costituzione (attraverso la Legge Scelba) vieta, vengono ostentati.
E ci sono volute queste foto per "sollevare" il problema?
Tutti quelli (media, magistratura e perbenisti a convenienza) che si scandalizzano oggi, dove sono quando nelle nostre città sfilano cortei di saluti romani?
Dov'erano, quando persino un parlamentare (sic!) ostentava il saluto romano (oltre alle foto, resta impresso nella mia memoria quando, in "visita" poco gradita (a noi del collettivo) alla facoltà di Economia, rispose a braccio teso alle nostre rimostranze)?
E perchè vengono colti da temporanea cecità quando allo stadio si inneggia al fascismo e all'odio razziale?
Dov'erano il 28 giugno di quest'anno?
Perchè non si sono aperti dibattiti sulle scritte inneggianti a Priebke?
E quando (alcuni) politici e chiesa capiranno che il loro atteggiamento favorisce l'odio e la più bieca disinformazione?
Non mi meraviglia affatto che, ancora oggi, il nazismo e il fascismo facciano così tanti proseliti, non mi meraviglia affatto visto che fior fior di politici terrorizzano le folle con lo spauracchio del comunismo; non mi meraviglia affatto, visto che c'è chi (anche se ha ritrattato l'affermazione) considera Mussolini il più grande statista del '900; non mi meraviglia affatto, visto che a scuola, nella migliore delle ipotesi, il programma di storia riesce a toccare il risorgimento!

La violenza, è figlia dell'ignoranza.


martedì 9 ottobre 2007

Hasta siempre, comandante!


Aqui se queda la clara,
la entrañable transparencia
de tu querida presencia,
comandante Che Guevara.

lunedì 8 ottobre 2007

Lifeline

Mi sto godendo il mio meraviglioso regalo di compleanno.

mercoledì 3 ottobre 2007

martedì 2 ottobre 2007

Police on my...front

Finalmente, ci siamo!
Oggi si parte, ci aspetta Torino, ci aspetta lo Stadio delle Alpi, ci aspettano i Police!
Dopo un'attesa di sei mesi e 20 anni, il momento è arrivato.

lunedì 1 ottobre 2007

O'zapft is!

Che poi, in tedesco sarebbe "Es ist angezapft", ma la definizione "in oggetto" è in dialetto bavarese e sta ad indicare il colpo di martello con cui il sindaco di Monaco (di Baviera) stappa la prima botte di birra del (o della?) "Wiesn".
Questo è il significato, più o meno, letterale, ma in senso figurato (e molto più pregnante), "O' zapft is!" significa che inizia la festa, iniziano le due settimane dell'Oktoberfest.
Se date un'occhiata alla cifre della festa della birra più famosa del mondo, restrete allibiti: oltre 6milioni di litri di birra, 500.000 polli e 400.000 würstel, il tutto consumato in 14 giorni da oltre 6milioni di visitatori (la media di 1lit a persona....è solo una media).
Le origini di questa festa si fanno risalire al 1810, quando alle nozze del (futuro) Re Luigi I con la Principessa Therese di Sachsen-Hildburghausen venne invitata tutta la cittadinanza e la festa si svolse in un prato alle porte di Monaco.
La festa piacque molto e così decisero di ripeterla anche l'anno dopo, e poi quello dopo ancora e poi...insomma si è capito.
Quel prato venne ribattezzato, in onore della principessa, "Theresienwiese".
Ancora oggi, l'Oktoberfest si svolge lì, anche se ormai non è più alle porte di Monaco ma a ridosso del centro della (stupenda) cittadina tedesca.
Una (grossa) fiera di (un grosso) paese per alcuni, un'adunata (sediziosa) di 'mbriaconi per altri, una tradizione importantissima per i bavaresi, una delle feste più belle al mondo per me.
La tradizione vuole che all'Oktoberfest si vada in camper, noi siamo sempre partiti il mercoledi sera, con un camper pieno di roba da mangiare (chè sennò che italiani (con l'aggravante della meridionalità!) saremmo?) e con prima sosta prevista ad Orte, dove consumare una tradizionale lasagna preprata apposta.
Tutta la notte in viaggio, alternandoci alla guida del camper.
Che paura la prima volta sotto le alpi, grandissime, spettrali con quelle pareti nere, altissime.
E quell'altra volta, invece, che in Austria nevicava che sembrava la notte di Natale.
Poi l'arrivo, la mattina presto, a Monaco, perdersi per le vie della città alla ricerca del parcheggio.
Chiedere informazioni all'unico passante, un muratore che, interrogato in ignlese, risponde in calabrese.
E poi, finalmente, il Theresienweise, grandissimo, coloratissimo con quel tipico odore, un misto di manzo arrosto, zucchero filato, miele e cannella.
Entrare in un capannone (uno dei Tents) di mattina e vedere tutte quelle persone anziane con dei boccali più grandi di loro, vederli poi (i tents) trasformarsi di sera, brulicare di gente di tutte le età e di tutte le nazionalità, aggrappati ai boccaloni di birra (i Wiesn-Maß), ballare canzoni da discoteca suonate da orchestrine bavaresi.
Tutti irrimediabilmente ubriachi, ma festosi.
Allo stesso tavolo calabresi e friulani, inglesi e francesi, giovani e anziani, a cantare stupide canzoncine bavaresi, a ridere, a bere, soprattutto a bere.
Il mio record personale, in una serata, è di sette boccali (quindi 7 litri), ma è un'approssimazione per difetto, visto che il calcolo è basato sui boccali che ho pagato, non sono considerati infatti, quelli eventualmente rub...ehm, presi in prestito dai vicini di tavolo.
Guardo le foto dell'edizione di quest'anno, c'è persino Toni (con consorte) in abiti bavaresi, leggo che il week-end centrale della festa è stato denominato (chissà perchè!?) il week-end degli italiani e che la polizia italiana, da quest'anno, collabora con quella tedesca per garantire l'ordine pubblico, guardo le foto delle cameriere con tutti quei boccali...che rabbia non essere lì!